Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Giunta > ‘Firenze-Copenaghen’: 30 giovani musicisti fiorentini...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

17/12/2011
‘Firenze-Copenaghen’: 30 giovani musicisti fiorentini augurano buon Natale alla città con un singolo collettivo
L’iniziativa presentata dall’assessore Giachi e Riccardo Ventrella. Coinvolte 20 diverse band e tanti solisti. C’è anche un video realizzato durante la maratona

Una canzone per augurare Buon Natale a Firenze. Un singolo che ha visto protagonisti 30 musicisti fiorentini di 20 diverse band e tanti solisti. E’ stato presentato questa mattina, dall’assessore alle politiche giovanili Cristina Giachi e da Riccardo Ventrella, musicista e direttore del Teatro della Pergola, ‘Firenze-Copenaghen’, il singolo realizzato dal collettivo ‘La Scena Muta’, nato da ‘Azzonzo’ (un’idea di interventi artistici e promozione civile di Venti Lucenti raccolta e sostenuta dall’assessore Giachi) oltre che dal ‘Progetto Filigrane’ della Regione Toscana che ha l’obiettivo di promuovere e coordinare le attività di numerosi giovani artisti, in massima parte musicisti. "In un momento come questo, nel quale la nostra città è colpita da eventi gravi, che la rattristano e rischiano di gettare un'ombra sulla sua natura di città multiculturale e globale, ci fa piacere ricordare la sua identità culturalmente viva e aperta. È veramente un bel regalo quello che i musicisti della scena muta stanno facendo alla città." ha detto l'assessore Cristina Giachi.
«E’ positivo – hanno sottolineato l’assessore Giachi e Riccardo Ventrella – vedere tanti musicisti che vivono e suonano in città mettersi insieme e unire le forze per registrare un brano. Da questo sforzo comune è nato un ‘regalo natalizio’ per Firenze , un omaggio alla vitalità che piano piano riprende possesso anche grazie alla musica delle strade e delle piazze.
Tutto questo è avvenuto grazie a La Scena Muta: il singolo e il video Firenze-Copenaghen sono frutto esclusivo di tutti gli elementi che si riconoscono in questa sigla, nata ufficialmente nel febbraio 2011 dopo un processo partecipativo durato quasi due anni, che ha sviluppato una propria innovativa modalità di risolvere le mille problematiche della creatività giovanile».
Alla base di questa idea una provocazione di Riccardo Ventrella. «Perché non pensare a un grande singolo natalizio de La Scena Muta? – ha spiegato Ventrella – la provocazione è stata subito raccolta e condensata in un brano pop-folk accattivante, buttato giù da Lorenzo Ugolini voce dei Martinicca Boison e poi arrangiato dal collettivo, che nulla ha da spartire con i soliti sing-along natalizi. È la storia di due ragazzi non proprio di Firenze, ma delle vicinanze (sposini di Rignano, si puntualizza con una riconoscibile strizzatina d'occhio), che sono incerti sulla meta del viaggio di Natale: meglio il caldo del Marocco, o il freddo della Danimarca? Alla fine dopo averci pensato bene i due scelgono di passare il Natale a Firenze, tra i tetti incasinati sui quali già De Gregori voleva che una sua canzone volasse. E per giurarsi amore eterno bastano un treno regionale, un bel bollito e un po' di pioggia che riempia in vista dell'estate il lago di Bilancino. Siccome la musica non basta, c'è anche un video esilarante girato in gran parte durante la Firenze Marathon che vede La Scena Muta esibirsi come una compagine di improbabili devoti del footing».
Il brano vede la partecipazione di membri di una ventina di band e di diversi solisti di valore, e la speciale apparizione di Erriquez della Bandabardò. Tutti, dai musicisti ai fonici, dall'operatore al montatore, hanno offerto il proprio tempo e il proprio lavoro gratuitamente, in una gara a chi metteva più passione e generosità. I ristretti tempi di realizzazione non hanno consentito di trovare uno scopo benefico a questa canzone che non sia la passione per Firenze, e per la musica, ma non è detto che ciò non possa avvenire nel futuro; perché Firenze-Copenaghen anticipa la pubblicazione entro la primavera della prima compilation de La Scena Muta, un importante risultato che ha l'ambizione non solo di scattare una fotografia della vivacità musicale fiorentina ma anche quella di promuovere la Scena a soggetto produttore di cultura a tutti gli effetti.
Poiché la musica va suonata dal vivo per essere vera, Firenze-Copenaghen sarà eseguito live da tutti i musicisti coinvolti il 22 dicembre al Teatro della Pergola nell'ambito del concerto di Ginevra Di Marco, promosso dal Quartiere 1 e realizzato da Nuovi Eventi Musicali. La Scena Muta interagirà con la band di Ginevra e Francesco Magnelli nel repertorio della cantante per poi lasciarsi andare all’esecuzione proprio di Firenze-Copenaghen e di altri brani. Un evento di straordinaria compartecipazione che è anche un nuovo passo per la Pergola nell’azione di promozione della creatività del territorio che ha caratterizzato gli ultimi anni di attività del teatro. (fn)


Hanno partecipato

■ L’APPRENDISTA BARDO (Paola e Annalisa)
■ SILVIA CONTI
■ DUO BUCOLICO
■ GIAMILA EL BIBAS
■ ERRIQUEZ (BANDABARDO’)
■ ILARIA NINA FORZONI
■ LETIZIA FUOCHI
■ MASSIMILIANO LAROCCA
■ I LOSCHI (Rocco Greppi)
■ MALIBRA TRIO
■ ROBERTO MANGIONE
■ MARTINICCA BOISON (Lorenzo Ugolini, Frank Cusumano, Pablo Cancialli)
■ MARY AND THE PROUDS (Maria Teresa Leonetti)
■ IACOPO MEILLE (GENERAL STRATOCUSTER AND THE MARSHALLS)
■ GIULIA MILLANTA
■ OMONERO ENSEMBLE
■ ORCHESTRA DEL RUMORE ORDINATO (Michele Scerra)
■ NICOLA PECCI (I MALVIVENTI)
■ PETER CAM (Pietro Sabatini)
■ PETRALANA (Tommaso Massimo)
■ PIPPO E I SUOI PINGUINI POLARI (Riccardo Zammarchi, Alberto Billone, Jonathan Chianucci)
■ QUARTO PODERE (Vinicio Podere)
■ QUEBEGUE (Marco Fontana, Frank Cusumano)
■ RAGAZZI SCIMMIA (Gabriele Mori)
■ LUCIA SARGENTI
■ SBANEBIO (Tommaso Bucciarelli)
■ STREET CLERKS (Alexander Woodbury, Valerio Fanciano)
■ TRAIN DE VIE (Andrea Landi)
■ UNDERFLOOR (Guido Melis, Lorenzo Desiati)
■ NICOLA VANNINI
■ RICCARDO VENTRELLA (MAGIC CANDLE CORPORATION)


Line-up strumenti

Umberto Bartolini (batteria - OMBRA ESTERNA)
Alberto Billone (basso - PIPPO E I SUOI PINGUINI POLARI)
Emiliano Bugatti (pianoforte - COCAINOMADI)
Pablo Cancialli (congas – MARTINICCA BOISON)
Jonathan Chianucci (tromba – PPP)
Frank Cusumano (chitarre - MARTINICCA BOISON, QUEBEGUE)
Brahima Dembelè (darbouka – MALIBRA TRIO)
Remo (mandolino – LE TEMPIE GRIGIE)
Pietro Sabatini (bouzuki – PETER CAM)
Lorenzo Ugolini (chitarra classica)

Nicola Cavina (super fonico)
Stefano Luporini (riprese audio strumenti)
Leonardo Guerrieri (direttore della fotografia/operatore)
Francesco Cacchiani (montatore)

...e Origlio (talentuoso cane canterino)


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati