Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Giunta > Seves, il vicesindaco Nardella: "Situazione preoccupante....
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

23/12/2009
Seves, il vicesindaco Nardella: "Situazione preoccupante. Se ci sono acquirenti seri, si facciano avanti"
"Ma resti aperto un canale di dialogo fa azienda e lavoratori"

“Se non vi saranno segnali concreti da parte del gruppo proprietario della Seves sul rilancio della produzione, appare inevitabile un’accelerazione verso la prospettiva della vendita dello stabilimento. Ed è dunque auspicabile che si facciano avanti al più presto proposte serie ed autorevoli di acquisto. Ogni iniziativa in tal senso sarebbe apprezzata dall’amministrazione comunale”. E’ quanto afferma il vicesindaco e assessore allo Sviluppo economico Dario Nardella in merito alla situazione della Seves, la fabbrica di mattoni in vetro di Castello che occupa 170 lavoratori, dopo la rottura delle trattative fra azienda e sindacati. “Da parte del Comune c’è la massima attenzione sulla situazione della Seves – spiega il vicesindaco – anche perché mai come in queste ore è forte la preoccupazione per l’assenza di uno sbocco chiaro e positivo della vertenza. Come amministrazione non riteniamo sufficienti le rassicurazioni del management in merito al futuro dello stabilimento e soprattutto alle sorti dei lavoratori, nonostante il significativo impegno alla riaccensione del forno”. Nardella si augura che comunque “possa restare comunque aperto un canale di dialogo” pur nella “comprensibile e pesante situazione di pressione psicologica” che vivono i lavoratori. Domattina il vicesindaco incontrerà le Rsu dei lavoratori della Seves, per uno scambio di auguri “mai così sincero e sentito”.


(ag)
 


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati