Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Giunta > Tutto pronto per l’inaugurazione del nuovo centro culturale...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

23/12/2009
Tutto pronto per l’inaugurazione del nuovo centro culturale in via Canova
In un’area di oltre 4100 metri quadrati troveranno posto una biblioteca, un centro giovani e una ludoteca

Un centro culturale di oltre 4100 metri quadrati per il Quartiere 4. Ma aperto a tutta la città. In via Canova, il 30 dicembre prossimo, sarà inaugurata una nuova struttura grazie a un investimento complessivo di 5milioni di euro.
L’intervento è stato presentato questa mattina dal presidente del Quartiere 4 Giuseppe D’Eugenio, dall’assessore alla pubblica istruzione e ai giovani Rosa Maria Di Giorgi e dall’assessore alla cultura Giuliano da Empoli.
All’interno del complesso ci sono una biblioteca, un centro giovani e una ludoteca, strettamente collegati tra loro e nello stesso tempo indipendenti nella gestione e nella realizzazione.
La biblioteca è formata da un unico ambiente su più livelli che, attraverso percorsi circolari, consente di utilizzare spazi di consultazione a scaffale aperto, collocati in posizione centrale e sistemati su livelli sfalsati di mezzo piano rispetto alle sale di lettura, oltre a sale di consultazione con spazi creati anche su terrazze all'aperto. L’ufficio catalogazione è dotato di sistema multimediale a stretto contatto col centro direzionale e informatico.
Sempre all’interno della biblioteca, lo spazio dedicato ai bambini comprende una sala di lettura, una di consultazione multimediale, sale audio e video, sale per fumetti. Al secondo piano si trova una sala polivalente quasi 100 persone.
La ludoteca è composta da tre ambienti destinati ai bambini di diverse fasce di età (0-3 anni, 3-8 anni, 8-14 anni) da altri ambienti destinati all’attività motoria.
Il centro giovani è attrezzato in modo da poter ospitare feste, riunioni, spettacoli, ascoltare e produrre musica. E' anche prevista la realizzazione di una caffetteria. Tutti spazi, dedicati in special modo ai giovani, in cui fare cultura, sport, trascorrere il tempo libero, socializzare, conoscere altre persone. Ma non solo. Alcune sale si affacciano sull'ampio giardino interno e gran parte degli spazi verdi all’interno della struttura verranno sistemati per far parte dell'attività del centro culturale in modo da ottenere uno stretto legame con la popolazione del Quartiere: ci sarà un’area all’aperto e un fontanello di acqua ad alta qualità.
L’ingresso può avvenire sia da viale Canova, attraverso il giardino interno, o da via Chiusi.
«L’amministrazione – ha rilevato il presidente D’Eugenio – scommette sui giovani, e non solo, e sulla cultura come occasione per il proprio futuro. Si tratta di un intervento di forte riqualificazione della zona che già ospita parchi di valenza metropolitana. La nuova struttura, dunque, si inserisce in un complesso di trasformazioni, e potrà ospitare mostre, spettacoli e concerti. Sarà un centro, fatto per nulla secondario nel contesto generale, aperto alla socialità, dove non dominerà il rancore sordo dell’esclusione, dell’indifferenza dove invece si farà animazione culturale. Nella biblioteca, che ha un patrimonio di oltre 100mila volumi, le scuole ma anche il singolo cittadino, troveranno risposta alle loro domande culturali».
«Con questa realizzazione – ha concluso il presidente del Quartiere 4 – si completa quella trasformazione per far diventare città la cosiddetta periferia».
«Ispiriamo la nostra azione di governo in funzione dei giovani, quindi non possiamo trascurare le loro necessità e i loro gusti – ha commentato l’assessore Di Giorgi – e i giovani sono il futuro: garantirlo rappresenta un altro obiettivo fondamentale dell’amministrazione. Il disegno del Comune è quello di far diventare la zona di via Canova un’area di incontro e di cultura che abbia un valore strategico per tutta la città».
«Immaginiamo il centro di via Canova – ha aggiunto Rosa Maria Di Giorgi – con un ruolo di particolare appeal per tutti i ragazzi, anche stranieri, non solo quelli residenti a Firenze. Questo significa che dobbiamo stare attenti a come si muove il mondo, ai suoi cambiamenti: la multiculturalità è uno di questi, e va vissuto come fortuna, arricchimento».
«Particolarmente importante – ha concluso – lo spazio polivalente per i bambini con spazi dedicati ai piccolissimi, ai bambini ed ai ragazzi. L’obiettivo non è solo quello di promuovere la lettura e il piacere di leggere ma anche offrire, ai più piccoli, materiale di pre-lettura e prima lettura. Senza poi dimenticare che la biblioteca ha persino libri per bambini e ragazzi con soffrono di dislessia o disturbi della vista».
«Con la realizzazione di questo centro – ha rilevato l’assessore da Empoli – Firenze che si pone ancora una volta in netta controtendenza rispetto al resto del Paese. Nella nostra città si amplia l’offerta di biblioteche e si dilatano gli orari di apertura: del resto negli Stati Uniti e in molte città d’Europa la chiusura a mezzanotte è una consuetudine molto diffusa, e gradita soprattutto da chi, durante il giorno, deve andare a lavorare. In via Canova c’è addirittura una sala autogestita».
«Da non sottovalutare – ha proseguito l’assessore alla cultura – la localizzazione di questa struttura: un luogo di innovazione si trova fuori dal centro. Questa scelta indica una strada, un metodo: in via Canova è nato un luogo di sperimentazione per altri versi più innovativo e più libero perché non è stato realizzato nel centro storico». (fn)


BiblioteCaNova Isolotto
NON SOLO STUDIO E LETTURA
Dopo oltre un anno di stop il servizio di pubblica lettura riprende in una nuova sede, appositamente progettata e realizzata per soddisfare le esigenze di una cittadinanza sempre più complessa e sfaccettata, che esige il rispetto delle tradizionali funzioni della biblioteca ma, nello stesso tempo, chiede anche un accesso alle nuove tecnologie e ai linguaggi plurali della multimedialità. Tutto questo sarà BiblioteCaNova Isolotto. Ma anche molto di più: raccogliendo l’eredità delle vecchie e gloriose biblioteche ‘Isolotto’ e ‘Argingrosso’ BiblioteCaNova Isolotto si propone come luogo di socializzazione, incontro, con l’ambizione di divenire uno dei centri culturali più importanti dell’intera area fiorentina ma senza recidere il proprio solido rapporto con il territorio.

Le anticipazioni per l’attività 2010 (mesi di gennaio e febbraio)

- Aspettando la Befana (5 gennaio, ore 21, letture in attesa della…Vecchia)
- Aperture domenicali, a partire dal 10 gennaio
- Suona e leggi, letture di fiabe con accompagnamento di percussioni suonate dal vivo
- Storie all’opera, le opere liriche raccontate e cantate dal vivo
- Scrittura collettiva di un romanzo
- Laboratorio sul fumetto
- Lettura fiume di un romanzo insieme ai visitatori
- Bagdad Cafè, il rito del caffè con utensili della tradizione balcanica
- Urban Calligraphy, la scrittura non solo sui libri. Graffiti: arte o non arte?
- Il diluvio universale, concerti jazz con letture
- Alfabetizzazione informatica per la terza età

Orario: Lunedì, ore 15-19; Martedì e Giovedì, ore 9-23; Mercoledì e Venerdì, ore 9-19; Sabato, ore 10-19

BiblioteCaNova Isolotto, via Chiusi 4/3 A, tel. e fax. 055.710834
bibliotecanovaisolotto@comune.fi.it
http://bibliotecanovaisolotto.comune.fi.it


Sonoria
UNO SPAZIO PER SUONARE E PRODURRE MUSICA
Il ‘Sonoria’ è un servizio del Q.4 che promuove l’aggregazione giovanile attraverso la musica.
Dal 2002, attraverso gli spazi di Santa Maria a Cintoia e della Montagnola, questa esperienza si è radicata nel territorio intrecciandosi alla realtà delle ‘band’ locali cui ha offerto un punto di riferimento organizzativo, logistico e produttivo.
Il centro è pensato e progettato per chi pratica la musica in prima persona ma chiunque potrà venire per ascoltare cd e anche dischi in vinile, consultare riviste, utilizzare una sala multimediale e tanto altro ancora.
La struttura è aperta a tutti i ragazzi/e di 13-26 anni e ospita: tre sale-prova dotate di strumenti (chitarra, basso, batteria e tastiera); un auditorium per concerti, spettacoli, laboratori e seminari; un giardino esterno dove verrà allestito un palco per le attività estive. Nella sala multimediale si può usufruire di un proiettore e di un computer con software per il montaggio audio-video. In una sala di registrazione di livello professionale è possibile registrare demo-CD.

Orario: lunedì, mercoledì, venerdì (ore 16-20), martedì e giovedì (ore 16-23)

Sonoria Spazio Giovani e Musica, via Chiusi 4/3, tel. 055.715405, info@sonoriaq4.it
www.myspace.com/sonoriafirenzeq4 Facebook Sonoria Spaziogiovani

INFO: Ufficio Giovani Q.4, via delle Torri 23, tel. 055.2767166,


Ludoteca ‘La Carrozza di Hans’
GIOCO SPONTANEO E LABORATORI GUIDATI
La nuova ludoteca, ricca di spazi e di ambienti stimolanti, promuove il gioco libero e spontaneo, che è il punto di partenza per una crescita educativa, sociale e culturale dei bambini. Grande spazio anche alle attività proposte dagli adulti, pronti a proporsi come compagni di avventure e di gioco.
Ecco i primi laboratori in programma nel 2010.
Dal 18 gennaio, tutti i lunedì, ore 17, laboratorio di manipolazione (non occorre iscrizione).
Laboratorio ‘Il libro parlante’, per bambini di 4-7 anni, per costruire un libro con le nostre storie e i nostri disegni (iscrizione in ludoteca).
Laboratorio di costruzione di marionette (per bambini di 4-7 anni) con l’ausilio di materiali semplici e di recupero (iscrizione in ludoteca).
Laboratorio di mimo (bambini e ragazzi di 8-12 anni). Esplorazione delle possibilità del corpo attraverso la creazione di giochi e di diversi personaggi (iscrizione in ludoteca).
Laboratorio di teatro d’ombre (bambini e ragazzi di 8-12 anni). Mediante la luce e lo schermo si costruiscono sagome e figure utilizzando diversi materiali e il nostro stesso corpo, fino a elaborare tutti insieme un piccolo spettacolo (iscrizione in ludoteca).
Nei locali della struttura sono in corso le iscrizioni rivolte a tutti gli utenti interessati a frequentare la nuova sede. Anche gli iscritti presso la ‘vecchia’ ludoteca di via Modigliani dovranno registrarsi nuovamente. L’iscrizione è gratuita e consente di ritirare, oltre alla tessera di accesso, anche l’apposito regolamento per l’uso della ludoteca.

Orario di apertura: lunedì, ore 14-19; dal martedì al venerdì, ore 9-13 14-19; sabato, ore 9-13.

La Carrozza di Hans, via Canova 170/b, via Chiusi 4/3. Attualmente l’accesso è da via Canova Tel. 055.7877734.


UN NOME DA SCEGLIERE INSIEME
Elementi decisivi e caratterizzanti del centro culturale saranno la scelta del nome e le modalità per adottarla. In linea con la visione partecipativa che è propria di questo territorio saranno i cittadini del Q.4 e i frequentatori del centro a dire l’ultima parola, con uno speciale referendum che nei primi mesi del 2010 verrà proposto in tutte le principali sedi civiche della circoscrizione, oltre che, ovviamente, nel centro stesso. Il comitato scientifico presenterà una rosa di nomi papabili, scelti fra quelle personalità che, per nascita, storia personale e valori di riferimento, meglio rappresentano questa parte di Firenze. Ma ci sarà spazio ovviamente anche per altre opzioni, perché le schede conterranno comunque una sezione aperta dove ciascuno potrà formulare le proprie proposte, in difformità o in evoluzione rispetto a quelle indicate. Non è escluso per esempio che, al di là delle persone, possa prendere corpo l’ipotesi di intitolare la struttura a un elemento identificativo e affettivo del territorio e dello stesso luogo dove il centro ha sede.


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati