Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Giunta > Un vademecum per i senza fissa dimora: “Dove mangiare,...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

21/12/2005
Un vademecum per i senza fissa dimora: “Dove mangiare, dormire, lavarsi”. De Siervo: “Un’iniziativa che mette in primo piano la solidarietà nella nostra città”
“Dove mangiare, dormire, lavarsi” è la guida per i senza fissa dimora o per coloro che hanno bisogno di un pasto o un luogo dove dormire, realizzata dalla Comunità di Sant’Egidio, in collaborazione con l’assessorato all’accoglienza e all’integrazione del Comune di Firenze e l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. La guida verrà consegnata durante i giorni di Natale dalla Comunità di Sant’Egidio che il 25 dicembre preparerà il pranzo di Natale nella chiesa di San Gaetano, in via Tornabuoni, insieme all’Arcidiocesi di Firenze. “Questo libretto, arrivato alla sua terza edizione – ha spiegato l’assessore all’accoglienza e all’integrazione Lucia De Siervo – è stato realizzato da un’associazione che è protagonista, assieme ad altre nel nostro territorio, nell’ambito della marginalità. Per questo siamo lieti di presentare queste iniziative che mettono in primo piano la solidarietà e la fratellanza, e soprattutto evidenziano un modo di dare informazione in maniera dignitosa ai bisognosi”. La guida è una vera e propria “bussola” per orientarsi: contiene i luoghi dove si può chiedere aiuto e accoglienza ma sono segnalati anche i posti dove si può aiutare ed essere accoglienti. Sono tanti i paragrafi: da dove dormire, lavarsi, curarsi, fino alle scuole di italiano per stranieri, con tutte le indicazioni, anche con appositi simboli per rendere la comprensione più veloce, le spiegazioni, gli indirizzi e i telefoni a cui potersi rivolgere: un vademecum della sopravvivenza che rende conto della vita della città solidale, e che è stato fatto anzitutto perché chi vive per strada possa avere dei punti di riferimento. La guida è frutto di una ricerca, che è stata condotta attraverso una scheda compilata dai membri della Comunità insieme a responsabili e operatori delle diverse associazioni nelle loro sedi. “Abbiamo potuto verificare – spiegano i rappresentanti - che esistono luoghi e realtà di solidarietà consolidate, che sono divenute punti di riferimento per molti. Alcune associazioni hanno aumentato i servizi, i tempi e i luoghi di accoglienza”. Con la guida verrà fornita anche una mappa della città, utile per orientarsi e per trovare tutti gli indirizzi utili. Un ulteriore strumento, per sostenere i bisognosi e i senza fissa dimora della città. (pc)

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati