Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Sindaco > ...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

19/12/2009
Neve a Firenze, Renzi: “Quadro difficile ma soddisfacente”
Quadrifoglio ha sparso 150 tonnellate di sale; 14 incidenti non gravi; un centinaio di interventi di protezione civile

La neve a Firenze ha causato “un quadro difficile ma soddisfacente e la città sta rispondendo bene a un’eventualità atmosferica non usuale: l’ultima nevicata risaliva al 2005, e una precipitazione così intensa a qualche anno prima”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Matteo Renzi, che nel primo pomeriggio ha di nuovo fatto il punto della situazione del maltempo, dopo la riunione tecnica di questa mattina.
Renzi ha ringraziato il comandante della polizia municipale Massimo Ancillotti, il presidente di Ataf Filippo Bonaccorsi, il presidente di Quadrifoglio Giorgio Moretti, la direzione mobilità, la protezione civile e tutti coloro che in queste ore si stanno prodigando per limitare i disagi.
Alle 4.00 di stanotte, ha spiegato Renzi, Quadrifoglio aveva già terminato l'attuazione del previsto piano di emergenza neve (spalare la neve e spargere il sale), anche se l'attività delle macchine è poi continuata, senza interruzioni, sino a stamani alle 10 spargendo complessivamente 150 tonnellate di sale con 17 mezzi sui più importanti itinerari di maggior interesse per la città. Altre 120 tonnellate di sale, reperite nella zona di Volterra, sono pronte per essere sparse sull’asfalto dalla serata, quando si prevede un ulteriore abbassamento delle temperature, e un’altrettanta quantità è pronta come scorta.
Attualmente la situazione di traffico, come spiegato dal comando di polizia municipale, è sotto controllo: da ieri notte ci sono stati 14 incidenti non gravi e 23 interventi dei vigili urbani. Nove sono state le strade chiuse e poi riaperte, mentre ci sono state 38 rotture di rami di alberi per la neve. La protezione civile ha affrontato ieri 23 piccoli interventi, e 74 stamani, con un centinaio di volontari impegnati. Ataf invece ha perso il 9% delle corse, oltre al blocco per motivi di sicurezza dalle 7.30 alle 9 circa di stamani ed alla limitazione di alcune corse principalmente verso e da alcuni comuni limitrofi le cui strade non garantivo il livello di sicurezza richiesto. Il protocollo di sicurezza dell’azienda, ha ricordato Bonaccorsi, prevede che i mezzi circolino solo in condizioni di completa tranquillità per i passeggeri e per gli altri veicoli.
“Nelle prossime ore - ha aggiunto Renzi - valuteremo se chiudere le scuole lunedì. Monitoreremo inoltre il rischio ghiaccio e l’emergenza freddo per i senza tetto. Nelle strutture di accoglienza ci sono ancora posti liberi. Raccomandiamo a tutti la massima prudenza negli spostamenti, sia a piedi che in auto”. (edl)

 


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati