Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Tafferugli a Firenze, Alessandri (FdI) e Stella (FI):...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

23/12/2013
Tafferugli a Firenze, Alessandri (FdI) e Stella (FI): “Stima e vicinanza nei confronti degli agenti”
“Preoccupante l’atteggiamento ipocrita di chi giustifica violenze e devastazioni”

“E' preoccupante l'atteggiamento ipocrita di quelle forze politiche che giustificano le violenze e le devastazioni dei manifestanti. L'atteggiamento intimidatorio di molti manifestanti equipaggiati di spranghe, caschi e scudi pare essere tollerato dai più e relegato alla normalità dei comportamenti. L’ultimo esempio di questo atteggiamento irresponsabile riguarda la manifestazione di sabato scorso da parte di un gruppo di ‘antagonisti’. La delegittimazione delle Forze di Polizia rischia di far cadere il paese in una spirale di violenza incontrollata”. Questo il commento del capogruppo di Fratelli d’Italia Stefano Alessandri e del collega di Forza Italia Marco Stella.
“E' necessario far luce sulla dinamica degli incidenti e che vengano accertate le singole responsabilità. Da parte nostra vogliamo confermare la nostra stima, il nostro affetto e vicinanza nei confronti degli agenti che operano per garantire la sicurezza dei cittadini – hanno aggiunto Alessandri e Stella –. Ormai, il lancio di uova, pietre e petardi contro le forze dell'ordine sembrano quasi divenuti parte dei normali comportamenti civili. La minimizzazione dell'episodio è il sintomo di una pericolosa assuefazione ad atti di violenza politica non accettabili da parte di una società civile.
Chi durante una manifestazione utilizza questi metodi, commette dei reati; non esiste motivazione ideologica né rivendicazione di diritti che possa giustificare un reato. Questi comportamenti diventano ancora più gravi quando avvengono contro le forze dell'ordine.
Una città civile ha il dovere di indignarsi: non può né giustificare né minimizzare, ma deve condannare senza riserve la violenza”.

(fdr)
 


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati