Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Giocoli e Rossi (FI): «Inaccettabile che gli anarchici...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

20/12/2007
Giocoli e Rossi (FI): «Inaccettabile che gli anarchici siano tornati nuovamente ad occupare una palazzina a San Salvi»
«Inaccettabile che gli anarchici siano tornati nuovamente ad occupare una palazzina dell’ex manicomio di San Salvi». E’ quanto hanno dichiarato la consigliera di Forza Italia Bianca Maria Giocoli e la consigliera al Quartiere 2 Elena Rossi. «Purtroppo – hanno aggiunto le due esponenti del centrodestra – sono tornati nella stesso immobile dal quale erano stati sgomberati il 29 novembre scorso con grande dispiego di uomini e mezzi da parte della polizia. Non era stato uno sgombero facile dal momento che gli 'irriducibili', gli stessi che poi avevano occupato un appartamento in via Maffia, erano saliti sui tetti, barricandosi all’interno della casa». «In questi mesi - hanno proseguito Giocoli e Rossi – abbiamo denunciato più volte la situazione nella quale si trovava il quartiere: danneggiamenti ad auto, cassonetti bruciati, sporcizia e siringhe. Poi le nostre denunce hanno riguardato la palazzina, l’ex ottavo padiglione, all'interno dell'ex manicomio, già sgomberata ad agosto, perché dichiarata inagibile, con toni trionfalistici dell'amministrazione comunale». «Tutto sembra tornato come prima – hanno concluso le due consigliere di Forza Italia – e ci auguriamo che quanto prima le forze dell’ordine ristabiliscano la legalità, programmando nei prossimi giorni di nuovo lo sgombero della palazzina. Tollerare questa situazione potrebbe favorire nuove occupazioni di aree abbandonate, come quella dell’ex ospedale Meyer». (fn)

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati