Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Bosi e Bianchi (FI): « Quanti sono i veicoli del Comune...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

23/12/2005
Bosi e Bianchi (FI): « Quanti sono i veicoli del Comune da rottamare e sostituire perché sottoposti al blocco totale della circolazione dal 1 gennaio 2006?»
«Quanti sono i veicoli del Comune da rottamare e sostituire o convertire a gas, perché sottoposti al blocco totale della circolazione dal 1 gennaio 2006?». E’ quanto chiedono di sapere i consiglieri di Forza Italia Enrico Bosi e Jacopo Bianchi. «Con un’ordinanza del sindaco del 16 dicembre scorso – scrivono i due esponenti del centrodestra in una interrogazione – si è disposto il blocco totale, dal 1 gennaio 2006, dal lunedì alla domenica, per 24 ore, della circolazione di tutti i veicoli, a benzina o diesel, immatricolati prima del 1994, nonché dei ciclomotori non conformi alla direttiva 97/24/CE. C’è poi un accordo di programma in ottemperanza del quale gli enti aderenti, tra i quali il Comune di Firenze, si sono impegnati ad adottare provvedimenti di blocco totale della circolazione per i veicoli su menzionati dal 1 gennaio 2006». «Dal pubblico registro automobilistico – prosegue l’interrogazione – risulta che il Comune di Firenze ha in dotazione un discreto numero di veicoli che dal 1 gennaio del 2006 non potranno più circolare perché soggetti al divieto stabilito dall’apposita ordinanza. Peraltro questi veicoli vengono tuttora utilizzati a pochi giorni dall’entrata in vigore del divieto mentre altri mezzi saranno sottoposti a limitazioni di circolazione perché rientrano nella tipologia euro 1 ed euro 2. Ciò determinerà un grave danno erariale all’amministrazione comunale e a tutte le amministrazioni coinvolte che si vedranno costrette ad acquistare nuovi veicoli sostitutivi ed al contempo a rottamare i veicoli che non possono più circolare». Bosi e Bianchi sottolineano poi «la circostanza che il Comune e gli altri enti coinvolti dal proprio provvedimento non hanno mai fornito le cifre dei costi pubblici dell’operazione» e che il Comune ha deciso «di vendere all’asta 18 veicoli della polizia municipale immatricolati prima del 1992 e dunque rientranti nel divieto di circolazione dal 1 gennaio 2006». I due consiglieri di Forza Italia vogliono anche sapere «quali sono i costi per tutte le rottamazioni da effettuare, per l’acquisto dei mezzi sostitutivi o per la conversione a gas»; «se è intenzione dell’amministrazione mettere tali veicoli all’asta come nel caso dei 18 motocicli della polizia municipale». (fn) Questo il testo dell’interrogazione: INTERROGAZIONE Oggetto: per conoscere dall’Amministrazione il numero di veicoli euro zero presenti ancora nell’autoparco comunale. Proponenti: Bosi e Bianchi (F.I.) Vista l’ordinanza del Sindaco n. 1022 del 16/12/2005 con la quale si dispone il blocco totale, dal 1 gennaio 2006, dal lunedì alla domenica (ore 0-24) della circolazione di tutti i veicoli, a benzina o diesel, immatricolati prima del 1994, nonché dei ciclomotori non conformi alla direttiva 97/24/CE; Considerato l’accordo di programma in ottemperanza del quale gli enti aderenti, tra i quali il Comune di Firenze, si sono impegnati ad adottare provvedimenti di blocco totale della circolazione per i veicoli su menzionati dal 1 gennaio 2006; Accertato tramite il PRA che il Comune di Firenze ha in dotazione un discreto numero di veicoli che dal 1 gennaio del 2006 non potranno più circolare perché soggetti al divieto stabilito dall’ordinanza 1022/2005; Appurato che questi veicoli vengono tuttora utilizzati a pochi giorni dall’entrata in vigore del divieto Appurato, inoltre, che altri veicoli saranno sottoposti a limitazioni di circolazione perché rientranti nella tipologia euro 1 ed euro 2; Ritenuto che ciò determini un grave danno erariale all’Amministrazione comunale e a tutte le amministrazioni coinvolte che si vedranno costrette ad acquistare nuovi veicoli sostitutivi ed al contempo a rottamare i veicoli che non possono più circolare; Sottolineata la circostanza che il Comune e gli altri enti coinvolti dal proprio provvedimento non hanno mai fornito le cifre dei costi pubblici dell’operazione; Ricordato, infine, il comunicato stampa del consigliere Bosi del 1 luglio 2005 nel quale si denunciava pubblicamente la decisione del Comune di vendere all’asta 18 veicoli della Polizia Municipale immatricolati prima del 1992 e dunque rientranti nel divieto di circolazione dal 1 gennaio 2006; INTERROGANO per sapere Quanti sono i veicoli dell’Amministrazione comunale da rottamare e sostituire o convertire a gas, perché sottoposti al blocco totale della circolazione dal 1 gennaio 2006 e per ottenerne l’elenco; per sapere se è intenzione dell’Amministrazione mettere tali veicoli all’asta come nel caso dei 18 motocicli della Polizia Municipale; quali sono i costi per tutte le rottamazioni da effettuare, per l’acquisto dei mezzi sostitutivi o per la conversione a gas.

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati