Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Cambiano i criteri per l'accesso alle professioni,...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

22/12/2005
Cambiano i criteri per l'accesso alle professioni, Donzelli (AN): «Un' ottima riforma, per essere perfetta stipendio ai praticanti»
«Finalmente i giovani potranno svolgere il tirocinio anche prima di laurearsi». Così il consigliere di Alleanza Nazionale Giovanni Donzelli, che è anche presidente nazionale di Azione Universitaria, commenta «la riforma di accesso alle professioni, il Governo ha fatto propri 10 anni di battaglie studentesche della destra universitaria». «Ci sentiamo in dovere di ringraziare sia il Ministro Moratti che il Sottosegretario Siliquini – ha aggiunto Donzelli - che con pazienza e determinazione hanno dato un criterio unico e ordinato all'accesso alle professioni. Fino ad oggi l'accesso alle professioni era disomogeneo, disarticolato, senza alcuna certificazione e tutt'altro che meritocratico. Questa riforma permetterà una maggiore preparazione al mondo del lavoro e una maggiore qualità dei futuri professionisti con evidenti ricadute positive per tutti i cittadini» «Per essere una riforma perfetta – ha concluso Donzelli - manca un ultimo dettaglio: al praticante dovrebbe essere corrisposto un contributo economico, non può lavorare gratis. Se il praticantato avviene in strutture pubbliche o universitarie il contributo economico dovrebbe essere a carico dello stato, se avviene presso professionisti privati una parte del contributo versato al praticante dal professionista, dovrebbe essere comunque detraibile dalle tasse». (fn)

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati