Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Prospettive delle circoscrizioni e città metropolitana,...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

27/12/2011
Prospettive delle circoscrizioni e città metropolitana, approvata dal Quartiere 5 una mozione
Spini: “Passaggio molto positivo che stabilisce un opportuno legame tra i diversi livelli dell’amministrazione”

Il 21 dicembre scorso il Consiglio di Quartiere 5, su proposta del vice presidente Federico Perugini, ha approvato una mozione che invita il Presidente del Quartiere “a prendere le necessarie iniziative per manifestare agli enti interessati la disponibilità a prendere parte al percorso di costituzione della città metropolitana”, e “il Presidente del Quartiere e il presidente del Consiglio Comunale a prevedere uno strumento di lavoro per la Città metropolitana di Firenze con particolare riferimento alle funzioni dell’attuale Decentramento e con la partecipazione del Consiglio di Quartiere”.
“Lo ritengo molto positivo, anche perché stabilisce un opportuno legame tra città metropolitana e consigli di circoscrizione” ha commentato il presidente della commissioni affari istituzionali On. Valdo Spini.

(fdr)

Segue il testo della mozione


Oggetto: Firenze Città metropolitana

- Sottolineata l’importanza della dimensione metropolitana per la risoluzione dei problemi e per il sostegno delle prospettive di sviluppo sostenibile dlla città di Firenze;

- atteso che già nel febbraio 2010 la Commissione Affari Istituzionali del Consiglio
comunale di Firenze,in collaborazione con l’Anci Toscana,promosse un ampio ed
approfondito convegno di studi sulla città metropolitana (prevista dall’art 114 della
Costituzione );

- considerato quanto sancito dalla normativa vigente, con riferimento all’art 23 della legge
42/2009 (legge delega per il federalismo fiscale) e cioè la definizione di Firenze tra le nove città metropolitane previste nelle regioni a statuto ordinario;

richiamato che è stato approvato dalla Camera nel giugno 2010, e attualmente all’esame del Senato, il DDL governativo n 2259 “Nuova Carta delle Autonomie” che tratta delle competenze degli Enti Locali, e tra questi delle competenze delle città metropolitane, le loro funzioni e della loro costituzione (art 4 e 5);

ricordato che nel frattempo i comuni di Sesto, Campi Bisenzio, Signa e Calenzano abbiano dato vita alla “Città della Piana”, con l’intenzione, tra l’altro di armonizare i rispettivi piani strutturali e come tale fatto induca il comune di Firenze ad intensificare la sua azione per affermare il suo ruolo nella dimensione metropolitana

preso atto che il Consiglio dei Ministri in data 28 luglio 2011 ha approvato in via preliminare un regolamento che disciplina i processi di indizione e di svolgimento dei referendum sulle proposte di istituzione delle città metropolitane ( tra cui Firenze);

preso atto altresì che il Consiglio dei Ministri ha presentato lo scorso 8 settembre al Parlamento un disegno di legge costituzionale intitolato “Soppressione di enti intermedi” in cui alla rubrica del Titolo V della parte seconda della Costituzione,la parola “Province” è sostituita dalle parole “Città Metropolitane”

premesso l’art 17 del Decreto Legislativo del 18 agosto 2000,n 267 ( e successive integrazioni),nonchè il Titolo IV dello Statuto del Comune di Firenze ed il Regolamento dei
Consigli di Quartiere del Comune di Firenze;

Visto che con delibera n 2006/00008 del Consiglio Comunale di Firenze è stato costituito un gruppo di lavoro per la riforma ed il riordino del Decentramento, composto dall’assessore con delega ai rapporti con i Quartieri, da n 7 rappresentanti dei Consigli di Quartiere e da n 7 rappresentanti del Consiglio Comunale;

evidenziato che il tema ha assunto nel tempo priorità nei lavori della Commissione consiliare “Affari Istituzionali”, sviluppandosi un’ampia discussione con il concorso dell’assessore ai rapporti con i Quartieri e dei Presidenti dei Consigli di Quartiere;

sottolineato il ruolo decisivo dei Consigli di Quartiere, quali prima articolazione dell’amministrazione a diretto contatto con i cittadini, per la promozione e lo sviluppo di una forma di governo fondata sulla democrazia partecipata, sul protagonismo e sul senso civico della popolazione, con l’esercizio di funzioni e la gestione dei servizi;

preso atto che in data 31 ottobre 2007 è stato presentato il documento finale di suddetto gruppo di lavoro,contenente analisi e linee di sviluppo sul futuro del Decentramento;

tenuto conto che il Consiglio Comunale non ha espresso alcuna decisione relativamente al futuro del Decentramento entro il termine della consiliatura e che la legge 5 maggio 2009, n 42, prevede l’emanazione entro il 21 maggio 2012 di un decreto legislativo per l’istituzione della città metropolitana di Firenze;

ritenuta l’opportunità di proseguire collegialmente la discussione circa la riforma ed il riordino del Decentramento del Comune di Firenze e dei criteri direttivi ad esso collegati, al fine di rendere le circoscrizioni maggiormente funzionali ai servizi alla comunità;

espresso apprezzamento per il contributo offerto dalla Commissione “Affari istituzionali” nel corrente mandato amministrativo relativamente alla costituzione dell’area metropolitana;

INVITA

Il Presidente del Quartiere a prendere le necessarie iniziative per manifestare agli enti interessati,l a disponibilità a prendere parte al percorso di costituzione della città metropolitana;

il Presidente del Quartiere e il presidente del Consiglio Comunale a prevedere uno strumento di lavoro per la Città metropolitana di Firenze con particolare riferimento alle funzioni dell’attuale Decentramento e con la partecipazione del Consiglio di Quartiere.


Federico Perugini
“Italia dei Valori-ELDR per il Nuovo Ulivo”

 


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati