Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Ataf, Razzanelli: “Favorevole alla privatizzazione,...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

22/12/2011
Ataf, Razzanelli: “Favorevole alla privatizzazione, ma il Comune controlli direttamente qualità e livelli del servizio. Presentato un ordine del giorno”
“Non è più possibile mantenere in piedi carrozzoni che servono più ai politici che ai cittadini”

“La privatizzazione di Ataf voluta dalla giunta mi trova d’accordo. Il trasporto pubblico, contrariamente ad altri comparti come la sanità che riguardano direttamente la persona, può e anzi deve a mio parere essere gestito da soggetti privati in grado di rendere il servizio più efficiente e a misura delle esigenze dei cittadini. Negli anni, Ataf, come altre realtà pubbliche, è diventato un generatore di debiti che sono sempre ricaduti sui cittadini e sono parte del debito pubblico nazionale che rischia di far fallire il Paese. Per questo oggi la privatizzazione è la strada giusta da percorrere”. Questa la dichiarazione del capogruppo di Lega Nord Toscana Mario Razzanelli.
“C’è una condizione da rispettare però, e per questo ho presentato un apposito ordine del giorno – ha aggiunto Razzanelli –. L’amministrazione comunale deve infatti esercitare un controllo diretto e puntuale su qualità e livelli del servizio, tutelando così i fiorentini e le loro legittime esigenze di trasporto. Il Comune proceda dunque alla privatizzazione e risani così l’azienda, ma non abdichi al suo ruolo di controllo e vada oltre il dettato generico della legge nazionale, impegnandosi a stabilire insieme a tutti gli altri enti locali competenti, tra le altre cose, orari e percorso delle linee, istituzione e cessazione delle linee stesse, tariffazione dei servizi”.

(fdr)

Segue il testo dell’ordine del giorno
 

Ordine del giorno
Collegato alla delibera 2011/00761



Ricordato che ai sensi dell’art. 4, d.l. 138/2011, la liberalizzazione dei servizi pubblici locali deve avvenire nel rispetto delle caratteristiche di universalità e di accesso del servizio pubblico e deve essere uno strumento per assicurare i benefici per la stabilizzazione, lo sviluppo e l'equità all'interno della comunità locale;

Sottolineato che a tale scopo dovrà essere sottoscritto e negoziato un contratto di servizio che indichi analiticamente le obbligazioni a carico del partner privato in modo da assicurare che la liberalizzazione del trasporto pubblico locale attraverso la riorganizzazione della società non sia di pregiudizio per la collettività locale;

Sottolineato che nel contratto di servizio tali obbligazioni dovranno assicurare che le linee, sia per quanto concerne il percorso, sia per quanto riguarda gli orari, dovranno essere organizzate in termini tali da garantire le caratteristiche di universalità e di accesso pubblico;

Sottolineato che, a tale scopo, ogni scelta in punto di percorso delle linee e di orario delle stesse dovrà essere riservata alla esclusiva competenza della Amministrazione comunale in modo da assicurare le caratteristiche di universalità e di accesso del servizio,


Il Consiglio Comunale di Firenze


Sottolineando l’importanza delle obbligazioni rivenienti dal contratto di servizio a carico del partner privato e della necessità di riservare alla competenza dell’amministrazione ogni decisione che incida sulle caratteristiche di universalità e di accesso del servizio,

impegna il sindaco

a specificare tutte le modalità di servizio che in ogni caso dovrà stabilire il Comune di Firenze insieme a tutti gli enti locali competenti, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, orari e percorso delle linee, istituzione e cessazione delle linee stesse, tariffazione dei servizi.

 


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati