Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Torselli (PdL): “Importante la mano tesa al confronto...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

19/12/2011
Torselli (PdL): “Importante la mano tesa al confronto da parte del presidente Marmugi. Mi auguro si sia accorto della gravità delle espressioni da lui usate”
“Massima disponibilità ad un incontro, occorrono segnali di collaborazione non di tensione”

Questa la nota emessa dal consigliere del PdL, Francesco Torselli

“Apprendo da un sito internet della disponibilità del Presidente del Quartiere 1, Stefano Marmugi, ad instaurare col sottoscritto un dialogo, che superi la diatriba scaturita da una sua affermazione in radio, laddove egli definiva Casaggì un 'centro di formazione di violenza'.
Da parte mia vi è la massima disponibilità sia al dialogo che ad adoperarmi per far sì che Casaggì sospenda le azioni legali che ha intrapreso nei suoi confronti dopo quelle spiacevoli, e false, affermazioni.
Non ho motivo per non ritenere Stefano Marmugi una persona per bene e le persone per bene, quando sbagliano, sanno riconoscere i propri errori. Mi auguro che il presidente del Quartiere 1 si sia reso conto di essersi fatto scappare una affermazione grave, ma soprattutto non in linea con la realtà dei fatti.
Non nascondo di aver provato e di provare, in questi giorni, una forte amarezza nel vedere tanti che cercano di strumentalizzare un gesto di un dolore e di una gravità indescrivibile per fini politici, cercando di trascinare nell'arena del dibattito nato in seguito a quanto accaduto anche organizzazioni che non hanno niente a che vedere né con l'omicida dei due ragazzi senegalesi, né tantomeno con la violenza e l'odio razziale.
Quando ho sentito le dichiarazioni di Marmugi ci sono rimasto malissimo; oggi che leggo il suo appello ad un incontro chiarificatore, mi sento di accettare la mano tesa di buon grado, se non altro per dimostrare che di fronte a gesti inammissibili come quello commesso da Casseri, la comunità cittadina deve reagire con l'unità e la cooperazione bipartisan e non con le accuse incrociate e le divisioni”.

(fdr)
 


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati