Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Linea 2 tramvia, Cellai (PdL): “RFI ha comunicato lo...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

30/12/2010
Linea 2 tramvia, Cellai (PdL): “RFI ha comunicato lo sfratto agli otto nuclei familiari della Palazzina Mazzoni, ma senza proporre nessuna alternativa”
“Alto il rischio di contenziosi che faranno slittare i tempi dei cantieri. Come pensa il sindaco di far partire i lavori a gennaio?”. Presentata un’interrogazione

“Nonostante l’accordo esistente tra proprietà dell’immobile (RFI) e inquilini, che prevedeva la vendita o la locazione in altro luogo, gli otto nuclei familiari residenti nella Palazzina Mazzoni di viale Redi, che dovrebbe essere sventrata per far passare la linea 2 del tram, hanno ricevuto l’ordine di sfratto e dovrebbero lasciare le loro case entro domani. È evidente che più che un rischio, il contenzioso tra inquilini e RFI è una certezza, così come è certo che ciò causerà un ritardo tutto da quantificare nell’avvio dei cantieri. Il sindaco Renzi come crede di poter fare partire i lavori da gennaio?”. Questa la dichiarazione del consigliere del PdL Jacopo Cellai, che sulla questione ha presentato un’interrogazione.
“Nel precedente mandato amministrativo – ha concluso Cellai – avevo presentato tre diverse interrogazioni per chiedere all’amministrazione comunale di adoperarsi per garantire i diritti degli inquilini della Palazzina. Oggi lo sfratto di RFI senza alcuna proposta alternativa. I lavori della linea 2, che sarebbero dovuti partire a giugno, e che il sindaco Renzi sostiene partiranno a gennaio, quando partiranno davvero?”

(fdr)

 

Segue il testo dell’interrogazione


Premesso che

All’interno dell’edificio “Mazzoni” sito all’angolo tra viale Redi e viale Belfiore risiedono otto nuclei familiari e vi opera una organizzazione sindacale dei trasporti

l’immobile in oggetto è di proprietà di RFI

Considerato che

lo stesso sarà attraversato dalla seconda linea del tram secondo quanto previsto dal progetto definitivo della stessa

il sottoscritto ha presentato tre interrogazioni nella precedente legislatura per chiedere informazioni e rassicurazioni all’amministrazione comunale nei confronti dei soggetti di cui sopra che dovranno evidentemente lasciare le proprie abitazioni e sedi

le risposte alle suddette interrogazioni demandavano a RFi la soluzione della questione con l’impegno del Comune di Firenze a seguire attentamente la vicenda al fine di garantire i diritti degli attuali inquilini e “a farsi carico della della situazione sociale delle famiglie che abitano nella palazzina”

Rilevato che

Gli inquilini hanno ricevuto comunicazione di sfratto da parte di RFI con intimazione di lasciare le proprie abitazioni e sedi entro il 31 dicembre prossimo p.v senza aver ricevuto ad oggi alcuna proposta relativa alle loro nuove abitazioni e sedi, nonostante gli accordi fra proprietà ed inquilini “Alloggi da demolire in presenza di investimenti ferroviari ( pubblica utilità )” prevedano espressamente la vendita o la locazione di altro immobile agli inquilini quale condizione per lasciare le attuali abitazioni e sedi


Interroga il Sindaco per sapere


Se ha avuto notizie da RFI sul futuro abitativo degli inquilini in questione

In caso contrario come intenda attivarsi nei confronti di RFI a garanzia dei diritti degli stessi

Come sia possibile avviare i lavori della seconda linea del tram senza aver prima trovato una soluzione per questi inquilini, tenendo conto che la formalizzazione di contenziosi fra le parti toglierebbe ogni certezza sui tempi di “disponibilità” della palazzina Mazzoni per operarvi le previste trasformazioni funzionali al passaggio del tram

Jacopo Cellai
PDL

 


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati