Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Collesei (Pd): “A Capodanno non buttiamo dalla finestra...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

28/12/2009
Collesei (Pd): “A Capodanno non buttiamo dalla finestra la democrazia”

Questa la dichiarazione della consigliera del Partito Democratico Stefania Collesei.

“E’ tradizione, allo scadere della mezzanotte dell’ultimo dell’anno, buttare dalla finestra oggetti e cose vecchie, cercando di ingraziarsi il nuovo anno. Si butta via il ciarpame e ci si accinge ad accogliere il futuro. E’ generalmente una buona prassi a patto che non ci si sbagli e anziché l’inutile o il dannoso si getti l’utile, l’indispensabile.
E’ quello che è successo con l’approvazione della Finanziaria 2010: Se ne sono accorti i cittadini ? Sono stati informati dai telegiornali? Il 31 dicembre il Governo butterà dalla finestra pezzi di democrazia! Con la Finanziaria appena votata e che entrerà in vigore dal 1° gennaio , il potere centrale si rafforzerà, mentre verranno sottratti progressivamente spazi di rappresentanza ai cittadini: dal 1° gennaio scomparirà la figura del difensore civico. Via via che si voterà nei vari comuni verranno diminuiti del 20 % i consiglieri comunali, dalla prossima votazione scompariranno i Quartieri, per volontà di un ministro e di un governo che vagheggiano di riforme e di federalismo, mentre sopprimono proprio quelle forme di rappresentanza di base e di partecipazione che più di altre contribuiscono a sviluppare la cultura della cittadinanza.
Hanno realizzato i cittadini che se non cambieranno le cose l’esperienza del decentramento è destinata a finire? Proprio quell’esperienza che da Firenze ha preso le mosse all’indomani dei comitati di Quartiere nati dall’alluvione del ’66, come spazio di democrazia, di discussione, di senso di comunità?
Sanno che questi potrebbero essere gli ultimi anni che esistono i Quartieri? Con i loro legami con le associazioni, con le realtà culturali, con i gruppi, i comitati, con i singoli che vi si rivolgono quotidianamente per ricevere servizi e risposte?
Si dice che bisogna risparmiare: ma qualcuno ha detto che questa forma di rappresentanza incide in modo quasi ridicolo sul bilancio? E casomai, demagogia per demagogia, perché non si comincia a tagliare dalle spese dei Ministeri? del Parlamento? dei Consigli Regionali? Anziché dalle forme di rappresentanza più vicine ai cittadini? Non bisogna confondere i costi della politica con i costi della democrazia. Non bisogna buttare via il bambino invece che l’acqua sporca!
In Consiglio Comunale a Firenze si è appena avviata la discussione sulla riforma del decentramento fiorentino. Cosa pensano di dire i colleghi del centrodestra? Quale respiro vogliono dare a questa discussione? Quello di un onorevole “de profundis” o quello di un gesto d’orgoglio che rifiuti l’imposizione centrale e si batta per allargare e non comprimere gli spazi di confronto e democrazia?”. (fdr)
 


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati