Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Altro > Piano settore alberghiero, Morelli: «Contraddittorio...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

22/12/2003
Piano settore alberghiero, Morelli: «Contraddittorio costruire nuove grandi strutture ricettive in quartieri ad alta densità abitativa che non hanno servizi»
«Voler far insediare delle strutture ricettive di una certa consistenza all’interno dell’area individuata dal piano non costituisce altro che un aggravio della qualità della vita dei residenti, con un aumento del carico urbanistico». E’ quanto ha dichiarato il consigliere Luigi Morelli a proposito del piano del settore alberghiero approvato questa sera dal consiglio comunale. «All’apparenza - ha sottolineato Morelli - è difficile individuare una logica chiara e razionale sui criteri di delimitazione della zona “satura”, quella zona all'interno del centro storico nella quale non possono essere costruiti nuovi alberghi». «Tutti gli strumenti urbanistici pregressi ed in fase di adozione - ha proseguito - individuano molte di queste aree a prevalente destinazione residenziale con una scarsa qualità abitativa per la mancanza di servizi. Ormai da decenni si è attuato un progressivo abbandono da parte dei residenti di queste zone del centro storico che oggi risultano quanto mai degradate a quasi “ghetti”». «Infine - ha concluso Morelli - sarebbe logico collocare le nuove strutture ricettive in corrispondenza dei punti nodali delle rete infrastrutturale tranviaria e ferroviaria in fase di attuazione. Sarebbe inoltre opportuno integrare il nuovo piano turistico cittadino all’interno delle previsioni del nuovo piano strutturale. A questo proposito sarebbe doveroso rispettare quanto già affermato nel precedente piano strutturale sulla necessità di utilizzare i grandi spazi che si liberano nei quartieri ad alta densità abitativa per dare servizi diretti e migliorare la qualità di vita dei cittadini. Per questo non appare contraddittorio costruire nuovi grandi alberghi». (fn)

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati