Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Altro > Via Corcos, raggiunto l’accordo fra residenti e proprietà....
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

22/12/2003
Via Corcos, raggiunto l’accordo fra residenti e proprietà. Formigli: «Con il contributo di tutte le forze politiche trovata una soluzione che tutela due legittime istanze»
«Questa soluzione fornisce una riposta alle legittime richieste dei residenti e, contemporaneamente, garantisce gli altrettanto legittimi diritti della proprietà». Così il presidente della commissione urbanistica Alberto Formigli ha commentato l’accordo tra l’amministrazione comunale ed i proprietari dell’area in via Corcos dove sorgerà un immobile che ospiterà uffici. L’accordo, presentato questa mattina in Palazzo Vecchio dal presidente Formigli, dai consiglieri Bianca Maria Giocoli e Valerio Abbate (FI), Nicola Rotondaro (Comunisti Italiani), dai rappresentanti del “Comitato di Villa Vogel” e dal proprietario dell’area in questione, prevede l’eliminazione della funzione commerciale nella destinazione dell’immobile che così viene interamente adibito alla funzione direzionale, ciò solo per uffici; l’acquisizione ad uso pubblico e libero dei parcheggi in superficie intorno alla costruzione durante le ore diurne; la copertura del tetto dell’immobile con un giardino e, infine, la collocazione nell’area di siepi e alberi per migliorare l’impatto ambientale. «In via Corcos - ha ricordato il presidente della commissione urbanistica - doveva essere realizzato un edificio che avrebbe ospitato sia negozi che uffici. Sul terreno in questione si sono succedute negli anni diverse e contraddittorie previsioni urbanistiche ma alla fine il consiglio regionale ha approvato il piano regolatore generale che ha confermato la destinazione originale del terreno. Sulla base delle previsioni del piano regolatore è stata così rilasciata la concessione edilizia ed i lavori sono così partiti». «Con tutti i gruppi consiliari - ha concluso Formigli - abbiamo però rilevato che esisteva una forte sensibilizzazione sociale del quartiere limitrofo alla nuova costruzione in considerazione delle aspettative di destinazione pubblica dell'area accresciutesi negli anni dall'inutilizzo dell'area e dalle inattuate programmazioni urbanistiche pubbliche. Da qui la necessità di trovare un accordo con la proprietà che potesse garantire i diritti di quest'ultima e rispondere alle aspettative dei residenti. Questa trattativa, grazie all’apporto di tutte le forze politiche presenti in commissione, ha trovato una soluzione positiva e soddisfacente per entrambe le parti: si riduce il carico urbanistico per la zona e si garantiscono, per i cittadini, 30 spazi sosta in più. Senza dimenticare che verrà ridefinito l’aspetto estetico-funzionale dell’edificio». (fn)

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati