Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Altro > Volontari ambientali, positivo il bilancio di un anno...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

22/12/2003
Volontari ambientali, positivo il bilancio di un anno di attività. L’assessore Bugliani: “Il progetto è stato molto gradito dai cittadini”
“Un progetto che ha dato risultati positivi, che è stato gradito dai cittadini e per questo abbiamo intenzione di proseguire su questa strada”. L’assessore all’ambiente Vincenzo Bugliani commenta così il bilancio di un anno del progetto “Educazione Ambientale e Assistenza ai Cittadini” presentato dalle associazioni Auser, Fipsas (Federazione Italiana Pesca Sportiva ed Attività Subacque), Legambiente e finanziato dall’azienda CAM Tecnologie di Milano (produttrice del GECAM, il gasolio bianco, un’emulsione di gasolio per trasporto e per riscaldamento) sotto la supervisione dell’assessorato all’ambiente e della Polizia Municipale. Oggi i risultati sono stati illustrati alla presenza di rappresentanti delle associazioni (Renata Gabbi per Legambiente, Mauro Campigli per la Fipsas e Ortensio Strigoli dell’Auser) e della CAM Tecnologie (Elena Tondini, Massimiliano Valenti e Alessandro Sansone). Il progetto, che ha preso il via un anno fa, nel dicembre 2002, ha visto impegnati sul territorio fiorentino più di 50 volontari e sino al luglio 2003 si è avvalso anche della presenza costante di una coppia di ragazzi del servizio civile; i volontari, organizzati in piccole “pattuglie” di 2 volontari ciascuna, hanno svolto 1.534 turni di vigilanza mattutini e pomeridiani (con una sospensione nel corso del mese di agosto). Le aree interessate dal progetto, per questo primo anno, sono state scelte nei quartieri della riva destra d’Arno, con predilezione per i giardini periferici e di dimensione “condominiale”, nonché per i piccoli centri commerciali naturali o di quartiere; questa decisione è stata motivata dal desiderio di farsi conoscere in tutti quegli spazi dove il rapporto con i cittadini riesce ad essere più diretto e più “familiare”, insomma dove è più facile parlarsi e spiegarsi. Prima di iniziare la loro attività, i volontari hanno seguito un breve corso formativo teorico. Per quanto riguarda i servizi svolti dalle varie associazioni, Auser e Fipsas hanno svolto rispettivamente 941 e 490 turni. I volontari di Legambiente hanno effettuato solo 49 turni di vigilanza: l’Associazione ambientalista ha svolto soprattutto funzioni di controllo e coordinamento del progetto. Per quanto riguarda il bilancio delle cose fatte, nel corso del suo servizio i volontari per l’ambiente ha raccolto e segnalato all’Amministrazione notizie, suggerimenti o proteste dei cittadini sia per le situazioni di degrado ambientale, come alcune disfunzioni nell’erogazione dei servizi comunali, sia per quelle occasioni di disagio determinate, ad esempio, dalla presenza di contrasti tra gli abitanti di un luogo con occasionali frequentatori di passaggio. Tutto questo mentre portava avanti il suo compito principale: divulgare alcune elementari “regole ambientali” e “dissuadere” chi non si attiene alle piccole norme della civile convivenza. Vediamo in dettaglio i servizi nelle varie zone. Quartiere 2 – Campo di Marte I volontari sono stati presenti in vari giardini (Bellariva, via Campofiore, via di San Salvi angolo via Novelli, via del Mezzetta, piazza Savonarola, piazzale Donatello, viale Malta) e nel periodo natalizio del 2002 anche nel centro commerciale di via Gioberti. Su questo quartiere hanno svolto volontariato soprattutto i soci dell’Auser affiancati da due ragazzi del servizio civile. Ad oggi i turni di vigilanza effettuati sugli spazi del Quartiere 2 sono stati 569. Quartiere 5 – Rifredi-Le Piagge Nel Quartiere 5 hanno operato i volontari delle tre associazioni. Il progetto partito anche lì a dicembre 2002 con il servizio nel centro commerciale naturale di piazza Dalmazia e i giardini che da via Allori e via Circondaria arrivano a via Marignolle. Da metà febbraio sono stati introdotti anche i giardini di via Mariti e di via Vespucci. A tutt’oggi sono state effettuati 687 turni. Quartiere 1 – Centro Storico-Le Cascine La sorveglianza del Parco delle Cascine, nel tratto che va dalla passerella dell’Isolotto al ponte all’Indiano, è iniziata ad aprile a cura dei volontari della Fipsas. La vigilanza si è concentrata soprattutto nei fine settimana. Ad oggi i volontari hanno svolto 224 turni di vigilanza. “I risultati raggiunti dal progetto sono positivi e in linea con quanto ci attendevamo –commenta l’assessore Bugliani –. Dove i volontari hanno operato si sono riscontrati miglioramenti nei comportamenti dei cittadini, si è instaurato un buon rapporto tra i volontari e i frequentatori che gradiscono molto questa presenza educativa e dissuasiva”. L’assessore Bugliani ricorda poi il largo impiego del GECAM a Firenze con importanti benefici per quanto riguarda l’inquinamento ambientale. “Sono già numerosi gli edifici del Comune che vengono riscaldati utilizzando il GECAM tra cui molte scuole, Villa Rusciano, il Museo delle Oblate e altri ne seguiranno: in questo caso si tratta soprattutto istituti scolastici. Senza contare poi – aggiunge l’assessore Bugliani – che dal 2000 moltissimi mezzi dell’Ataf e del Quadrifoglio utilizzano il gasolio bianco”. (mf)

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati