Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Altro > A dicembre rallenta ancora l’inflazione a Firenze
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

19/12/2003
A dicembre rallenta ancora l’inflazione a Firenze
L’assessore all’economia Francesco Colonna e l’Ufficio Comunale di Statistica hanno presentato l’anticipazione dei risultati del calcolo dell’inflazione a Firenze (che dovranno essere poi confermati dall’ISTAT) secondo gli indici per l’intera collettività nazionale. La rilevazione si è svolta dal 1° al 15 del mese su oltre 800 punti vendita (anche fuori dal territorio comunale) appartenenti sia alla grande che alla distribuzione tradizionale, per complessivi 9.000 prezzi degli oltre 900 prodotti compresi nel paniere. Sono poi considerate anche quotazioni di prodotti rilevati nazionalmente e direttamente dall’Istituto Nazionale di Statistica. I pesi dei singoli prodotti e capitoli sono stabiliti dall’Istat in base alla rilevazione mensile dei consumi delle famiglie. La variazione mensile rispetto al mese scorso è -0,1% mentre quella rispetto ad un anno fa è +1,9%; la variazione annuale di novembre era invece +2,0%. A contribuire a questo risultato sono state le diminuzioni dei capitoli delle Comunicazioni (-0,6%), alberghi ristoranti e pubblici esercizi (-0,4%), ricreazione spettacoli e cultura (-0,2%), generi alimentari (-0,1%). Gli aumenti più importanti si hanno nel capitolo delle bevande alcoliche e tabacchi (+0,9%). Nel capitolo delle comunicazioni si segnala il ribasso, anche per questo mese, dei telefoni cellulari (-2,3% rispetto al mese scorso e -14,3% rispetto a dicembre 2002). Nel capitolo degli alberghi ristoranti e pubblici esercizi si registra ancora un forte calo della camera di albergo: -2,0% rispetto al mese scorso e -5,4% rispetto a dicembre 2002, sintomo delle persistenti difficoltà del settore turistico. Per quanti riguarda ricreazione spettacoli e cultura si registra la consistente diminuzione del prezzo del cinema (-14,1%), dovuto all’estendersi della riduzione del mercoledì dal lunedì al giovedì praticata da molte sale di Firenze. Il capitolo degli alimentari ha fatto registrare numerosi riduzioni di prezzo che hanno riguardato le carni bovine (-0,4%), il pesce fresco (-1,7%) e gli ortaggi nel loro complesso (-0,2%) mentre risulta in aumento l’olio extravergine di oliva (+1,7%), la frutta (+0,2%), il pane (+0,2%) e l’acqua minerale (+0,4%). Comunque resta alta la variazione annuale che è +3,4% rispetto a dicembre 2002. Il capitolo delle bevande alcoliche e tabacchi fa registrare un aumento vistoso (+0,9% rispetto al mese scorso e +7,2% rispetto a dicembre 2002) dovuto agli incrementi del prezzo delle sigarette nazionali (+3,4%), di quelle estere (+0,5%) e del vino (+0,3%). Complessivamente le diminuzioni segnalate degli alberghi, dei cinema e dei cellulari spiegano il 30% della diminuzione mensile di -0,1%. Il 29 dicembre verranno comunicati gli andamenti dei prezzi del paniere messo sotto osservazione nell’ambito della campagna Firenze Prezzo Fresco, mentre la prossima anticipazione degli indici dei prezzi al consumo si avrà il 3 febbraio.(seg-red)

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati